Un'aliena al forte - Parte 2

Passerà, in fondo da qua quando ho superato i 33 anni le giornate volano via come se fossero dei tornadi, travolgendomi nella quotidianità, nel correre, nel cercare di fare non si sa cosa, mentre le ore scivolano via come se niente fosse e la certezza è che un giorno rimpiangerò questo rincorrere sempre qualcosa di diverso. Continuo a ripetermi che è solo un sogno, nè brutto, nè bello, qualcosa che mangi ma che non digerisci bene, che non vuole andare giù. Ma che ci vuoi fare, siamo in ballo e dobbiamo ballare...dai Serena, resisti, resisti!
Mentre penso queste cose mi rendo conto che davanti ai miei occhi c'è una faccia molto strana. Di certo non ha le rughe di espressione o della vita che passa (così belle, vere), non ha difetti naturali, gli occhi non esprimono tristezza o gioia, sono quasi vitrei, finti. In un attimo ritorno alla realtà e mi rendo conto che la persona che è davanti a me è completamente stravolta dalla chirurgia estetica. Zigomi, fronte, bocca, naso, niente di tutto ciò è rimasto naturale, niente di niente. Cerco di non fissarla ma ammetto che è faticoso (eppure sono sempre stata una persona discreta a cui non piace dar peso all'aspetto fisico). Questa persona non ha niente di naturale, è completamente stravolta dal botulino, dal bisturi, è oscena, sembra quasi la donna gatto. Una bocca così ridicola con degli occhi quasi all'orientale da quanto è tirata. Le labbra rimangono immobili mentre parla, quasi come una bambola difettosa. Mi domando come sarebbe stata senza interventi chirurgici. Parla, parla, parla e non l'ascolto. Ad un certo punto mi sveglio da questa strana ipnosi e sento una frase che annienta la mia perplessità, una frase che risponde ad ogni mia domanda: "Cari, ogni anno che passa mi sento sempre più bella...e pensare che ho più di sessanta anni!".
C'è altro da dire?

Intanto, intorno a lei, un concerto di complimenti, di "arrufianamenti", servilismo, consensi perchè lei fa parte dei mondo dei Vips, perchè suo marito è un personaggio conosciuto in tutta Italia, perchè lei ha soldi. Ma mentre questi elogi uscivano dalle loro bocche senza un attimo di freno, nelle mani nascoste dietro la schiena si affinavano i coltelli e ...ZAC, appena uscita dalla porta è iniziato lo stillicidio.
Tipico comportamento del Luogo. Niente di nuovo. Niente di strano. La realtà nuda e cruda servita su un piatto d'argento.



Post più popolari