Si è di nuovo accesa!

Un'emozione forte ti avvolge quando nel percorso della tua vita si accende una nuova lampadina. La vita è fatta di tante lampadine che dobbiamo cercare di accendere, queste lampadine sono desideri, sogni che vogliamo realizzare o "semplicemente" rendersi conto di cosa si vuole veramente dalla vita.
Una delle mie prime lampadine che si sono accese nella mia vita è rendermi conto di quanto sia importante per me viaggiare per il mondo completamente in fai da te, godermi le bellezze di questa Terra e le diversità umane (bon, chi legge le mie righe lo sa bene quanto sia importante questo aspetto della mia vita). Una seconda lampadina, argomento molto delicato e personale, è stata quella del rendermi conto e ammettere a me stessa che dopo la perdita di mio figlio Matteo non avevo più il desiderio di altri figli. Un pò i vari problemucci di salute sopraggiunti, causati probabilmente da tanto stress accumulato dopo questa mia tragedia, un pò perchè si cambia e delle volte quello che si desidera ad una certa età non corrisponde a ciò che si sente dopo diverse esperienze. In questo percorso e "nell'accensione" di questa nuova lampadina mi sono domandata tante volte se c'era qualcosa di sbagliato in me se non avevo più questo desiderio, mi incolpavo di qualcosa di inconcepibile e mi facevo trasportare dalla massa di sesso femminile che spesso dice le cose perchè la maggior parte delle persone lo fa e qui via di sensi di colpa, discorsi fritti e rifritti,  ma poi, tutto torna a galla ed ecco questa benedetta lampadina "Serena ma tu non vuoi più dei figli, fai quello che ti rende felice". Amarsi per come siamo e non fare quello che la società vorrebbe tu facessi, è stata un'altra parte fondamentale della mia vita.
Recentemente eccoci di nuovo a brillare: amo i cani, li ho sempre amati, mi hanno sempre emozionato e fin da piccola mi hanno accompagnato nella mia crescita. Perchè reprimere questo mio desiderio di vivere circondata da loro, fare attività sportive con loro, attività che creino ancor di più un rapporto unico tra me ed i miei cani. Quanta incomprensione intorno ma ad oggi posso dire con fierezza che non me ne importa più niente, non mi interessa più frequentare i soliti "commentatori" da strapazzo. Forse son due accensioni nella stessa lampadina (perdonatemi la metafora di questo intero post) ad ogni modo fuori dalla mia vita. Drastica? Forse, ma ho trentasette anni quasi finiti e credo di esser libera di scegliere come e con chi passare la mia vita.
Eccomi qua, amante del viaggio lontano da qualsiasi agenzia ma con il piacere di organizzare tutto da sola, innamorata follemente della natura e dei cani, vogliosa di trovare sempre più serenità tramite la meditazione e lo yoga, con una parte del suo cuore insieme a suo figlio che ha dato alla luce ed ha perso contemporaneamente, un figlio voluto con tutto il cuore e che amerà per sempre ma che allo stesso tempo non sente più il desiderio di averne altri, non per questo dolore ma perchè l'esperienze della vita ti cambiamo, ti stravolgono, ma che accetta con consapevolezza e tranquillità il suo modo di essere, il suo modo di sentirsi comunque madre, una madre speciale, aggiungendo anche una bella risata a chi non capirà mai e che continuano a credere di saper tutto di te.
Sono semplicemente così, diversa da tanti ma orgogliosa di ammettere che nonostante tutte le difficoltà affrontate, mi piaccio!
Auguro a tutti voi di trovare un proprio equilibrio e non abbiate paura di essere diversi dalla massa.

Amare, per me, in tre scatti, anche se ce ne vorrebbero altri mille...

Per voi, mia vita (Andrea), le mie guide, per sempre (babbo, mamma), un legame indissolubile (David & Robin), l'amore puro (i miei cani Mach, Tyson, Hani e gli altri che stanno correndo sul ponte dell'arcobaleno), e te, mio piccolo angelo Matteo.






Post più popolari