Oggi vorrei essere...

... a Seattle.
Ho viaggiato abbastanza (per la media delle persone, non di certo per tutto quello che c'è da vedere su questa Terra!) ed è per questo che dico con tranquillità che Seattle ha un fascino irresistibile. Circondata da boschi incredibilmente folti e verdi, non a caso è anche chiamata Emerald City, dall' Oceano Pacifico che ti offre una varietà incredibile di paesaggi (Puget Sound), appuntamenti culturali a non finire, gente aperta mentalmente, sport all'aria aperta.
A Seattle trovi Microsoft, la Boeing, Adobe, è la città natale di Jimi Hendrix, la patria della musica grunge con i Nirvana, Pearl Jam, Foo Fighters per dirne qualcuno ma anche di Bill Frisell (jazzista) o i gruppi heavy metal come i Nevermore. A Seattle hanno girato varie serie tv, la più conosciuta, per noi italiani, è sicuramente Grey's Anatomy.
Qui è ambientata la trilogia di successo Cinquanta sfumature di grigio, Cinquanta sfumature di nero e Cinquanta sfumature di rosso di E.L. James.
Seattle è la città dove è nata la catena dello Starbucks.
Nonostante si dica che a Seattle piove molto, bhè, vi informo che piove meno che a New York e Washington, quindi toglietevi questa convinzione di testa.
Seattle è dove arrivi con l'aereo e rimani sbalordito perchè la vedi spuntare dall'immenso verde dei boschi come un miraggio, è lei l'ospite, non la natura.
Seattle ti avvolge e ti accompagna verso un ritmo di vita molto simile a quello canadese (da cui dista molto poco) e poco vicino a quello statunitense.

Seattle è la città che ha adottato mio fratello, è la città di mia cognata, è la città per cui una parte del mio cuore batte.

I nostri occhi che guardano Seattle, scatti sparsi:










Noi:


Mio fratello e mia cognata:









Post più popolari