La realtà dei fatti

La realtà è che alcune persone, sempre le stesse, non riesco proprio ad accettarle. Ci sono persone che non potrò mai allontanare dalla mia vita, per cui ripongo solo disprezzo. Persone che dovevano essermi vicino quando ho perso mio figlio ed invece mi hanno scansato come un'appestata. Persone che quando aspettavo di sapere se il mio linfoma cutaneo fosse solo localizzato sulla spalla o fisse nel sangue, non mi hanno assolutamente sostenuto ma hanno dimostrato solo che io per loro potevo esserci o meno nella vita che non gli sarebbe cambiato niente. Ecco, come si fa a far finta di niente con coloro che se muori, non gli fa né caldo, né freddo? Persone vicinissime a te. Non riesco proprio a tollerare queste Persone, la loro vista mi fa venire il mal di stomaco, ed infatti ho la gastrite tre mesi sì e due no. Tanti mi dicono che devo ignorarli...ok, lo faccio, ma non scordo quello che mi hanno fatto, e questo ricordo mi divora dentro. Vorrei non vederli più, vorrei urlargli in faccia il mio disprezzo...ma non posso, cazzo non posso! Questa è la mia punizione? Perché mi trovo in questa situazione? La vita mette sempre a dura prova. Sempre, ed io non sono brava sotto questo aspetto. Vorrei tanto riuscire a gestire questo mio astio nei loro confronti ma non credo di essere così buona, anzi, credo che queste persone dovrebbero essere sole al mondo, non si meritano il nostro lasciar correre. No.Vorrei tornare quella Serena spensierata di quando aveva due anni, quella nella foto. Mi fa così tenerezza, mi scendono le lacrime a guardarla. Tenevo stretti quei due coniglietti, li amavo come ancora oggi amo gli animali, fonte di dolcezza e serenità per me. Io sono quella Serena: dolce, sensibile ma che non si scorderà mai ciò che le viene fatto, come gli elefanti.
Oggi mi è presa così.

Post più popolari