Quel biglietto in tasca

Foto: TT all’Orsigna © Grazia Ippolito

« Tenni quel biglietto in tasca per due giorni, poi un pomeriggio, guardando scorrere le eterne, monotone betulle dal finestrino, pensai che avrei potuto spendere il resto della mia vita andando da un posto all’altro a caccia d’indovini e di veggenti. Ce ne sarebbe sempre stato uno che nella speranza era il migliore di tutti, sempre il prossimo: forse quella donna, ma lasciai che il vento mi portasse via di mano il biglietto. A vederlo volteggiare nell’aria, lungo il treno, mi parve d’aver riaffermato la mia libertà di scelta. » 
 #TizianoTerzani, Un indovino mi disse (1995)

Post più popolari